Bermuda: triangolo maledetto

di Daniela Bortoluzzi (www.misteria.org )

E’ conosciuto come “Triangolo delle Bermuda”, ma il termine di “maledetto” è senz’altro molto più appropriato.

A guadagnarsi questa infausta popolarità è quel tratto di Oceano Atlantico ubicato al largo della costa sud orientale degli Stati Uniti, dove sembra che una matita invisibile abbia disegnato nel mare un triangolo i cui angoli sono: l’arcipelago delle Bermuda, la Florida meridionale,  e l’area a sud delle Bahamas.

Le 360 isole che costituiscono l’arcipelago  corallino di Bermuda devono il nome al navigatore Juan Bermùdez, che le scoprì nel 1510. Nel 1684 furono cedute alla “Bermuda Company” di Londra e sono oggi una colonia semiautonoma del Regno Unito. In quest’area sono sparite nel nulla fino a oggi un centinaio tra navi e aerei con i loro equipaggi (oltre mille persone), e come se questo non bastasse non sono mai stati rinvenuti né relitti di navi, né rottami aerei, né tanto meno resti umani. Il mare non ha mai restituito nulla.

Anche i più scettici dovranno ammettere che c’è un mistero irrisolto in quel tratto di mare e di cielo. Ovviamente, per lo meno in epoca attuale, ci sono stati innumerevoli cover-up… così che gli affondamenti delle navi sono stati provocati dal maltempo, anche quando il mare era calmissimo… gli aerei sono precipitati in mare – quindi affondati e scomparsi dalla vista – per probabili guasti al motore o turbolenze… e chiaramente i passeggeri sono stati divorati dalli squali. C’è la teoria delle correnti marine forti a tal punto da formare gorghi in grado di risucchiare sul fondo dell’oceano le navi, e quella dei cicloni improvvisi che farebbero precipitare in mare gli aerei… Infine c’è anche la teoria delle incursioni piratesche… abbastanza improbabile, visto che dalle navi sembra non mancare mai nulla a parte i passeggeri!

Anche se la faccenda è scomoda e imbarazzante, non si può semplicemente far finta di niente davanti alle cronache di episodi ai quali la scienza non ha saputo dare alcuna risposta! Cosa intendeva dire il 5 dicembre 1945 il Capitano della squadriglia di cinque aeroplani Avengers TBM della Marina Militare USA, partita dalla base militare di Fort Lauderdale, quando lanciava questo allarme: “Non sappiamo più dov’è l’ovest… è tutto talmente strano… l ‘oceano non è come dovrebbe essere… l’acqua su cui voliamo è bianca… c’è una nube densa di color giallo…” prima di scomparire per sempre dai radar e da tutto? Se ci fermiamo un attimo a investigare sul fatto con mente aperta, scopriamo che anche Cristoforo Colombo citava nei diari di bordo il mistero delle sparizioni e dell’acqua bianca… e anche che questo fenomeno è stato osservato secoli dopo dagli astronauti, che lo hanno descritto come una fluorescenza. E dunque si può ragionevolmente pensare che per essere rilevata anche dallo spazio, la fluorescenza bianca dovrebbe essere una fonte luminosa subacquea! E questa luce ha a che fare con le sparizioni.

A questo punto viene da pensare che gli aborigeni, che credono da sempre questa zona infestata da demoni, abbiano buoni motivi per abitare solo una ventina di queste isole, apparentemente ideali per l’insediamento umano; benché offrano risorse naturali come sorgenti di acqua potabile, frutta spontanea e selvaggina in abbondanza, terreno fertile e vegetazione lussureggiante, le hanno sempre considerate tabù. Probabilmente è perché le sparizioni ci sono sempre state, anche nei millenni passati, anche se non ci sono ancora pervenute documentazioni al riguardo. Intanto le Bermuda sono diventate mète ambite negli ultimi decenni grazie al turismo e ai governi, che se ne infischiano del fatto che per andare e tornare da quell’arcipelago paradisiaco… c’è il rischio di scomparire nel nulla.

Ci sarebbe da aprire una parentesi sul che cosa sia il “nulla”. Sarebbe corretto dire che il nulla è solo ciò che non vediamo, e dunque non per questo non esiste. Quindi, per la legge di complementarietà, il Nulla è parte del Tutto, così come l’invisibile fa parte del visibile. In campo esoterico non esiste un’energia solo solare o solo lunare. Esiste  quella luni-solare, in armonia ed equilibrio con l’universo micro-macrocosmico secondo le leggi esoteriche dell’analogia. Gli stessi templi del Sole e della Luna, sintesi androgine delle due polarità, testimoniano che gli antichi lo sapevano. Dunque, più semplicemente, il nulla non esiste. E nel Tutto esistono universi “paralleli” in uno dei quali dove sono state con tutta probabilità risucchiate le persone scomparse nel Triangolo delle Bermuda che ora stanno continuando a vivere altrove, in un continuum spazio-temporale che potremmo definire “un’altra dimensione”. Con questo presupposto, è d’obbligo pensare che la zona in questione sia un passaggio spazio-temporale, una specie di “buco bianco” con caratteristiche più o meno simili ai “buchi neri”, ma relative al nostro pianeta e non al Cosmo. La mia definizione di “buco bianco” è volutamente allegorica e fa riferimento al colore dell’acqua; in realtà i buchi bianchi sono già stati ipotizzati dagli astrofisici quali “sbocchi” dei buchi neri. Anche in questo caso siamo davanti a un fenomeno senza risposta; tuttavia se è ipotizzata seriamente l’eventualità dei buchi bianchi cosmici – perché la forza di risucchio al centro delle galassie deve per forza sbucare da un’altra parte, non si capisce perché si voglia scartare l’ipotesi di un fenomeno simile sulla Terra.  Per onor del vero, qualche anno fa è stata avanzata una tesi simile a quella appena ipotizzata: alcuni scienziati russi ammettevano la possibilità che certi campi elettromagnetici possano alterare il campo magnetico terrestre e possono spostare “altrove” nello  spazio-tempo navi e aerei. Come succede spesso per tutte le notizie di questo tipo, non se ne è più parlato. Sappiamo tutti benissimo, infatti, che i misteri esistono solo nelle menti degli sciocchi e dei fantasiosi…

UNA LUNGA CRONOLOGIA di sparizioni documentate [n° delle persone a bordo]

1840 – nave ROSALIE, trovata abbandonata [?] lungo la rotta Francia-Cuba.
1843 – nave U.S.S. GRANPUS, sparita [48] al largo di St. Augustin.
1854 – goletta BELLA, trovata abbandonata [?] in prossimità delle Indie Occidentali.
1855 – nave JAMES B. CHESTER, trovata abbandonata [?] a S-O delle Azzorre.
1872 – brigantino MARY CELESTE rinvenuto [10] a N delle Azzorre.
1880 – nave scuola H.M.S. Atalanta sparita [290] lungo la rotta Bermuda-Inghilterra .
1902 – brigantino FREYA rinvenuto abbandonato [?] sulla rotta Cuba-Cile.
1908 – brigantino BALTIMORE scomparso [9] a E di Hampton Roads, Virginia.
1908 – goletta GEORGE F. VREELAND scomparsa [7] a E di Hampton Roads, Virginia.
1909 – goletta GEORGE TAULANE scomparsa [7] a E della Georgia.
1909 – barca SPRAY scomparsa con il conducente sulla rotta Miami-Indie occidentali.
1909 – goletta MARTHA S. BEMENT scomparsa [7] a E di Jacksonville, Florida.
1909 – goletta MAGGIE S. HART scomparsa [8] a E di Jacksonville, Florida .
1909 – goletta AUBURN scomparsa [9] a E di Jacksonville, Florida.
1909 – goletta ANNA BISHOP scomparsa [7] a E di Jacksonville, Florida.
1910 – piroscafo a vapore U.S.S. NINA scomparso [?] a S di Savannah, Georgia.
1910 – piroscafo a vapore CHARLES W. PARKER scomparso con 17 persone a E del Jersey.
1913 – goletta GEORGE A. LAWRY scomparsa [6] a E di Jacksonville, Florida.
1914 – goletta BENJAMINE F. POOLE scomparsa [8] a E di Wilmington, Carolina del Nord.
1914 – goletta FITZ J. BABSON scomparsa [7] a E di Jacksonville, Florida.
1915 – nave-cargo BERTHA L. BASKER scomparsa [?] sulla rotta New York-St. Martin.
1915 – nave-cargo SILVA scomparsa [?] sulla rotta New York-Antille olandesi.
1915 – goletta MAUDE B. KRUM scomparsa [7] a E di St. Andrews, Florida.
1916 – brigantino BROWN BROS scomparso [12] a E di Savannah, Georgia.
1917 – nave-cargo TIMANDRA scomparsa [19] a E di Norfolk, Virginia.
1918 – nave-cargo U.S.S. CYCLOPS scomparsa [309] sulla rotta Barbados-Norfolk .
1919 – goletta BAYARD HOPKINS scomparsa con [6] a E di Norfolk, Virginia.
1920 – goletta AMELIA ZEMAN scomparsa [9] a E di Norfolk, Virginia.
1920 – nave-cargo HEWITT scomparsa [?] sulla rotta New York-Europa.
1921 – nave CARROL A. DEERING ritrovata abbandonata [?] con due gatti a bordo, a Capo Hatteras.
1921 – goletta BAGDAD scomparsa [8] al largo di Key West, Florida.
1921 – piroscafo a vapore MONTE S. MICHELE scomparso [?] sulla rotta New York-Europa.
1921 – piroscafo a vapore ESPERANZA DE LARRINAGA scomparso [?]sulla rotta New York-Europa.
1921 – nave cisterna OTTAWA scomparsa [?] sulla rotta New York-Europa.
1921 – nave-cargo CABEDELLO  scomparsa [?] sulla rotta New York-Europa.
1921 – nave-cargo STEINSUND scomparsa [?] sulla rotta New York-Europa.
1921 – nave-cargo FLORINO scomparsa [?] sulla rotta New York-Europa.
1921 – nave-cargo SWARTSKOG scomparsa [?] sulla rotta New York-Europa.
1921 – brigantino ALBYAN scomparso [?] sulla rotta New York-Europa.
1921 – piroscafo a vapore YUTE scomparso [?] sulla rotta New York-Europa.
1922 – goletta SEDGWICK scomparsa [6] a E di Charleston, Sud Carolina.
1922 – nave-cargo RAIFUKU MARU scomparsa [?] a E delle Bahamas.
1925 – nave-cargo COTOPAXI scomparsa [?] sulla rotta Charleston-L’Avana.
1926 – nave passeggeri PORTA NOCA scomparsa [?] tra l’Isola dei Pini e Grand Cayman.
1926- nave-cargo SUDUFFCO scomparsa [29] a S di Port Newark .
1931 – nave-cargo STAVANGER scomparsa [43] a S di Cat Island, Bahamas.
1931 – aereo CURTIS ROBIN scomparso [2] al largo di Palm Beach, Florida.
1932 – goletta JOHN & MARY ritrovata abbandonata  [?] 50 miglia a S delle Bermuda.
1935 – aereo WRIGHT WHIRLWIND scomparso [3] sulla rotta L’Avana-Isola dei Pini.
1938 – nave-cargo ANGLO AUSTRALIAN scomparsa [39] a S-O delle Azzorre.
1940 – goletta GLORIA COLITE ritrovata abbandonata [?] 200 miglia a sud di Mobile, Alabama.
1941 – nave-cargo gemella della Cyclops PROTEUS scomparsa [?] sulla rotta St.Thomas-Norfolk, Virginia.
1941 – nave-cargo gemella della Cyclops NEREUS scomparsa [?] sulla rotta St. Thomas-Norfolk, Virginia
1941 – nave-cargo MAHUKONA scomparsa [?] 600 miglia a E di Jacksonville, Florida.
1942 – nave passeggeri PAULUS scomparsa [?] sulla rotta Indie Occidentali-Halifax.
1943 – nave MARTIN MARINER scomparsa [19] 150 miglia a sud di Norfolk, Virginia.
1944 – nave-cargo RUBICON ritrovata abbandonata [?] con a bordo un cane, al largo della Florida.
1945 – aereo B-25 scomparso [9] sulla rotta Bermuda- Azzorre.
1945 – aereo PB-4YM scomparso [15] sulla rotta Miami- Bahamas.
1945 – 5 aerei TBM AVENGERS scomparsi [14] 225 miglia N-E di Fort Lauderdale.
1945 – idrovolante MARTIN MARINER scomparso [13] 225 miglia N-O di Fort Lauderdale.
1945 – goletta VALMORE scomparsa [4] al largo del Nord Carolina.
1946 – goletta CYTI BELLE ritrovata abbandonata [22] 300 miglia a S-E di Miami, Florida.
1947 – aereo Superfortezza C-54 scomparso [?] 100 miglia dalle Bermuda.
1948 – aereo STAR TIGER scomparso [31] a N-E delle Bermuda,.
1948 – nave SAM KEY scomparsa [43] a N-O delle Azzorre.
1948 – motoscafo AL SNYDER ritrovato abbandonato [3] sulla rotta Sandy Key-Rabbit Key.
1948 – natante a rimorchio WILD GOOSE scomparso [4] nei pressi della Tongue of the Ocean.
1948 – aereo passeggeri DC-3 scomparso [35] 50 miglia da Miami, Florida.
1949 – aereo gemello dello Star Tiger STAR ARIEL scomparso [20] tra Bermuda e Giamaica.
1949 – peschereccio DRIFTWOOD scomparso [5]tra Fort Lauderdale e Bimini, Florida.
1950 – aereo GLOBEMASTER scomparso [?] a N del Triangolo.
1950 – nave-cargo SANDRA scomparsa [15]tra Puerto Cabello e Savannah.
1951 – incrociatore a rimorchio SAO PAULO scomparso [8] a S-O delle Azzorre.
1952 – aereo YORK TRANSPORT scomparso [39] a N-O delle Bermuda.
1952 – aereo della Marina PBY scomparso [8] a E della Giamaica.
1954 – aereo U.S. NAVY CONSTELLATION scomparso [42] a N delle Bermuda.
1954 – nave-cisterna SOUTHERN DISTRICTS scomparsa [23] al largo della Carolina.
1955 – goletta HOME SWEET HOME scomparsa [7] sulla rotta Bermuda-Antigua.
1955 – yacht CONNEMARA IV scomparso 400 miglia a S-O delle Bermuda.
1956 – aereo B-25 scomparso [3] a S-E della Tongue of the Ocean.
1956 – goletta BOUNTY scomparsa [4] sulla rotta Miami-Bimini.
1956 – aereo U.S. NAVY P5M scomparso [10] 300 miglia a S delle Bermuda.
1958 – yacht REVONOC scomparso [5] sulla rotta Key West-Miami, Florida.
1961 – nave CALLISTA III scomparsa [5] sulla rotta Bahamas-Nord Carolina.
1962 – aereo militare KB-50 scomparso [8] a E di Langley Field, Virginia.
1962 – goletta WINDFALL scomparsa [?] al largo delle Bermuda.
1962 – goletta EVANGELINE scomparsa [?] sulla rotta Miami-Bahamas.
1963 – nave-cargo MARINE SULPHUR QUEEN scomparsa [39] nello stretto della Florida.
1963 – peschereccio SNO’ BOY scomparso [40] a S-E della Giamaica.
1963 – 2 jet militari KC-135 scomparsi [11] 300 miglia a S-O delle Bermuda.
1963 – aereo C-132 CARGOMASTER scomparso [10] a O delle Azzorre.
1965 – aereo-cargo militare C-119 scomparso [10] nei pressi della Air Force Base Grand Turk.
1965 – battello EL GATO scomparso [1] sulla rotta Great Inagua-Grand Turk.
1966 – rimorchiatore SOUTHERN CITIES scomparso [6] sulla rotta Texas-Messico.
1966 – aereo Piper CHEROKEE scomparso [2] sulla rotta Bimini- Miami, Florida.
1967 – aereo CHASE YC-122 scomparso [4] sulla rotta Palm Beach, Florida-Grand Bahama.
1967 – aereo BEECHCRAFT BONANZA scomparso [4] al largo di Key Largo.
1967 – aereo bimotore BEECHCRAFT scomparso [2] sulla rotta Giamaica-Nassau.
1967 – motoscafo WITCHCRAFT scomparso [2] a 1 miglio da Miami, Florida.
1968 – nave-cargo ELIZABETH scomparsa [?] nei pressi di Windward Passage.
1968 – nave-cargo ITHACA ISLAND scomparsa [29] sulla rotta Norfolk-Inghilterra.
1969 – aereo CESSNA 172 scomparso [2] vicino a Grand Turk, Bahamas.
1969 – catamarano TEIGNMAUTH ELECTRON scomparso [?] 700 miglia a O delle Azzorre.
1969 – yacht SOUTHERN CROSS scomparso [?] al largo di Capo May.
1970 – nave-cargo MILTON IATRIDIS scomparsa [30] sulla rotta New Orleans-Africa Occidentale
1971 – nave-cargo CARIBE scomparsa [28] sulla rotta Colombia-Repubblica Dominicana.
1971 – peschereccio LUCKY EDUR ritrovato abbandonato [10] al largo del Jersey.
1973 – nave-cargo ANITA scomparsa [32] a E di Norfolk, Virginia.
1973 – yacht DEFIANCE ritrovato abbandonato [4] e perso di nuovo a N di S. Domingo.
1973 – aereo NAVION 16 scomparso [2] sulla rotta Freeport-West Palm Beach, Florida.
1973 – aereo BEECHCRAFT BONANZA scomparso [4] sulla rotta Fort Lauderdale- Great Abaco.
1973 – aereo MARTIN MARINER PBM scomparso [19] 150 miglia a S di Norfolk, Virginia.
1974 – yacht SABA BANK scomparso [4] sulla rotta Nassau- Miami, Florida.
1974 – aereo CHEROKEE SIX scomparso [6] sulla rotta West Palm Beach, Florida-Bahamas.
1974 – yacht DUTCH TREAT scomparso [?] sulla rotta Cat Cay-Miami, Florida.
1975 – aereo LOCKEED LODESTAR scomparso [4] sulla rotta Grand Cayman-Fort Lauderdale.
1975 – battello DAWN scomparso [3] a E di Florida Keys.
1975 – fuoribordo MAGNUM ritrovato abbandonato [?] con motore acceso 20 miglia E West End, Bahamas.
1975 – battello a vela MERIDIAN scomparso [5] sulla rotta Bermuda-Norfolk, Virginia.
1975 – aereo bimotore BEECHCRAFT scomparso [?] a O di Great inagua, Bahamas.
1975 – rimorchiatore BOUNDLESS scomparso [5] sulla rotta Miami, Florida-San Juan.
1975 – natante SPEED ARTIST scomparso [5] sulla rotta Barbados-Guadalupe.
1975 – nave-cisterna IMBROSS  scomparsa [22] al largo della Florida in rotta per il Canada.
1975 – nave-cargo DROSIA scomparsa [?] al largo di Cape Hatteras.
1976 – veliero HIGH FLIGHT scomparso [?] sulla rotta Miami, Florida-Bimini.

Si direbbe che le navi e gli aerei si tengano alla larga dal triangolo, o che il “buco” si sia chiuso. O che la situazione sia cambiata in qualche modo, nel caso che le cause fossero da ricercare altrove, in ambito UFO. Certo è che se ci sono state altre sparizioni – successive al 1976 – sono state classificate dalla NASA come TOP SECRET e quindi censurate dai media, seguendo la stessa sorte del crash di Roswell e delle E.B.E. nell’AREA 51.

Poi ci sarebbe anche l’ipotesi di Atlantide, della sfera verde luminescente trovata dal sub nella piramide sommersa, delle profezie di Edgar Cayce e del ritrovamento (sul luogo e alla data annunciata dal profeta dormiente) al largo di Paradise Point, la punta occidentale dell’ isola di Bimini dei resti sommersi di una civiltà perduta … ma questa è un’altra storia.