Boati e lamenti in cielo, boati e lamenti sotto terra

Clusone (BG) Oratorio dei Disciplini e Danza Macabra

(c) Enrico Galimberti, Direttore Acam.it per ValserianaNews

L’occasione di un insolito evento verificatosi settimana scorsa in Valseriana (BG) mi dà l’occasione, su invito della Redazione della testata ValserianaNews, di affrontare questo recente episodio e di metterlo in correlazione con “strani” eventi che si verificano sempre più spesso intorno a noi.

Clusone (BG) Oratorio dei Disciplini e Danza Macabra
Clusone (BG) Oratorio dei Disciplini e Danza Macabra

Erano le 23.30 di martedì 24 settembre quando a Clusone, in Valseriana (BG), numerosi residenti nella zona di via Gorizia sono scesi in strada allarmati. Secondo i testimoni un lampo di luce e un fragore “da far tremare i vetri di casa” ha coinvolto la loro zona residenziale. Non è ben chiaro se si sia verificato prima il lampo di luce (dato che la velocità della luce 300.000 km/s supera di gran lunga quella del suono 331,4 m/s + 0,62 t con t misurata in °C) o il boato. I testimoni raccontano comunque in coro di un fragore assordante a tal punto da far pensare a una forte esplosione o un incidente di qualche tipo.

Le forze dell’ordine, dal 118 ai Carabinieri, negano di aver ricevuto segnalazioni o di aver trovato evidenze di alcun tipo.

Non ho ancora avuto modo di andare personalmente a Clusone per chiedere ai testimoni ulteriori dettagli e analizzare le zone vicine, ma la notizia segnalata per la prima volta proprio da Valseriana news ha avuto presto “eco” su numerose testate fra cui l’Eco di Bergamo.

Quest’ultimo ha citato il fenomeno dei fulmini globulari.

“I BL (sfere di luce n.d.a.) sono una manifestazione dell’elettricità atmosferica, si presentano all’osservatore come “sfere” luminose di vario diametro in rapido movimento e sono osservabili soprattutto durante i temporali. I dati disponibili derivano per la maggior parte dalle testimonianze di osservatori occasionali(…)

fulmine-globulareGeneralmente di forma sferica, il diametro di un BL può variare dai 2 cm ai 10 m, ma la distribuzione ha un massimo attorno ai 20-50 cm. Il bordo del BL si presenta lievemente sfumato e certe volte all’interno è visibile un nucleo più chiaro [28]. La durata del fenomeno va da un secondo fino a diversi minuti. Generalmente le sfere sono colorate: rosso, arancione, giallo, bianco e blu sono i colori più ricorrenti. Si osservano anche BL con diversi colori contemporaneamente. Molto raramente i BL appaiono in configurazione multipla: una serie di BL uno dietro l’altro. In questo caso si parla di “Bead Lightning” [12]. La luminosità media è paragonabile a quella delle lampade domestiche da 100 W. I BL sono quindi visibili anche in pieno giorno. Di solito la luminosità delle sfere resta costante durante l’apparizione per decadere durante la fase di scomparsa. I BL possono materializzarsi all’interno di edifici ed aerei.

Un BL può mostrare delle proprietà davvero inusuali, come ad esempio penetrare all’interno delle abitazioni passando attraverso porte, finestre e caminetti. Molto interessanti le testimonianze di chi ha visto BL attraversare porte e finestre chiuse con relativa facilità e senza danneggiarle” (fonte Dipartimento di Fisica Università di Parma)”

E’ difficile spingersi oltre la citazione di questo fenomeno. E’ altresì vero che nello studio appena citato e che invito a leggere non si fa riferimento al boato che è l’unico elemento su cui tutti i testimoni di Clusone invece concordano.

Verrebbe allora di pensare ad un piccolo meteorite caduto nelle vicinanze, come fu il caso in Australia alcuni anni fa del piccolo oggetto celeste che, caduto dal cielo, bucò il soffitto di casa di una anziana signora e si impiantò nel pavimento proprio fra i suoi piedi. Un caso fortunato più che fortuito.

Nei mesi scorsi e anche in questi giorni si avvicinano alla terra sciami di meteoriti persistenti o occasionali e altri se ne attendono a fine anno con il passaggio della cometa ISON.

Anche l’ipotesi di un meteorite è comunque alquanto difficile da scomodare.

Il caso di Caronia, al quale alcuni hanno pensato, dove si verificava l’esplosione delle centraline elettriche è molto lontano da qui, non solo geograficamente. Anche se devo ammettere che come prima ipotesi ho valutato un qualche fenomeno elettromagnetico, come i citati fulmini globulari oppure delle scariche di tensione attraverso la rete elettrica.

Alcuni sospettano si sia trattato di un potente petardo e forse la puzza di gas cui si riferiva una testimone potrebbe essere semplicemente l’odore di polveri piriche.

Non ci sono abbastanza elementi quindi per arrivare ad una spiegazione certa. Vedremo in seguito..

Boati sotterranei a Rovetta (BG)

Nel comune limitrofo a Clusone, Rovetta, da sempre si odono soprattutto di notte lamenti e boati provenire dalla profondità della terra. In tema di rischio sismico la zona è in “Classe 4”, quindi a bassissimo rischio di movimenti tellurici, ma la terra, dicono i geologi, si muove ovunque e le classificazioni derivano anche da modellamenti di serie storiche e quindi possono non essere precise o predittive.

I tecnici del CNR nel 2009 hanno rilevato che Rovetta poggia su un ghiaione di massi che al minimo movimento tellurico, sfregando tra loro, producono i rumori sotterranei. Ovviamente di notte, mentre tutto tace, si avvertono più forti e inquietanti.

Una tetra leggenda locale tenta di spiegare dalla fine del XVI secolo i boati a Rovetta.

Il racconto, nato prima del Concilio di Trento – all’epoca in cui i dannati non venivano sepolti nel cimitero, ma in terreni isolati o poco frequentati nei dintorni del paese – aveva anche lo scopo di spiegare i boati e le frequenti alluvioni che affliggevano la Valle, oggi bonificata”. (fonte e leggenda vivisulserio)

E’ la leggenda di Carletto, bambino dispettoso e violento che, morto nel sonno venne sepolto nel cimitero locale. All’indomani e nei giorni seguenti però, la tomba risultava sempre in disordine e la bara dissotterrata. La gente allora decise di seppellirlo in un altro luogo perché lì la terra “non ce lo voleva”. Fu allora sepolto sotto il monte Blum ma da allora iniziarono i famosi boati. Invito i più incuriositi a leggere l’intera e terrificante storia qui.

Più che all’anima tormentata di un bambino dispettoso, meglio credere alla spiegazione dei geologi in fatto di “lamenti” sotterranei.

 

Vorrei segnalare un altro evento di cui si parla da pochi anni.

Rombi nel cielo: trombe dell’Apocalisse?

Passano i secoli ma la antica abitudine di spiegare l’inspiegabile con il paranormale non ci abbandona.

Il paranormale esiste ed è tutto ciò (praticamente tutta la realtà) che non sia riconducibile ai nostri 5 limitati sensi fisici, ma non vi si può fare ricorso per spiegare sbrigativamente tutto come fu un tempo per Dio e poi per le leggi della natura o la matematica. Occorre prima liberare il tavolo dalle ipotesi più semplici.

Stiamo parlando del caso dei rombi nel cielo. Come si evince dal video che ho incorporato, dal cielo di molte città del mondo provengono dei rumori metallici, quasi dei lamenti, in alcune città addirittura sembrano vere e proprie trombe o corni, tanto da suggerire agli “apocalittici” che gli angeli di Dio stiano vuotando i loro calici..

Non sono molte nemmeno qui le ipotesi che diano una spiegazione plausibile più di altre. E’ pur vero che tra segreti di Stato e segreti militari non ci è dato sapere quali diavolerie volano sopra le nostre teste.

La passione per l’ignoto che ci pervade ci deve invitare da un lato a tenere occhi e orecchie aperti, dall’altro però a non cadere preda di facili spiegazioni con la fretta di chiudere il gioco di enigmistica cui il mondo e la vita ci invitano ogni giorno.