HAARP: Il Professor Bernard Eastlund

di Sigismondo Panvini

Verso la fine degli anni 80 del secolo scorso il Professor Bernard Eastlund, fisico del MIT (MASSACHUSETTS INSTITUTE OF TECHNOLOGY) brevettava il suo «Metodo e apparato per l’alterazione di una regione dell’atmosfera, della ionosfera o della magnetosfera” .Negli primi anni Novanta Eastlund fondò la Eastlund Scientific Enterprise, avente per oggetto la ricerca nel campo delle modificazioni meteorologiche.

I brevetti di Eastlund, vennero dapprima secretati dal governo americano , poi furono trasferiti alla E-Systems, assorbita infine dalla Raytheon, una delle quattro maggiori fornitrici del Ministero della difesa Usa.

Dalle ricerche di Eastlund nacque Il progetto HAARP “High-frequency Active Auroral Research” (programma di ricerca attiva aurorale con alta frequenza) ,con sede operativa a Gokoma (Alaska) . amministrato congiuntamente da Aviazione e Marina degli Stati Uniti.

HAARP è un sistema di antenne capaci di trasmettere onde ad alta frequenza fino a quote di 350 Km. Scopo ufficiale di queste installazioni è studiare la ionosfera per migliorare le telecomunicazioni. La ionosfera , è composta da materia rarefatta allo stato di plasma, cioè di particelle cariche (ioni), e ha la proprietà di riflettere verso terra le onde hertziane, in particolare nelle ore notturne.

Ufficialmente HAARP è un programma di ricerca scientifica,tuttavia, la sua gestione da parte dei militari degli Stati uniti (non proprio delle organizzazioni filantropiche) sembrano suggerire che il principale obiettivo di HAARP sia quello di esercitare il controllo della parte alta dell’atmosfera da parte statunitense,con scopi tattici o bellici .

E’ possibile infatti che le irradiazioni delle antenne HAARP interferendo con il clima ed il magnetismo terrestre siano in grado di provocare fenomeni meteorologici estremi :inondazioni, siccità, uragani, terremoti e tsunami . Modulando poi i segnali in frequenze bassissime, cioè onde ELF o VLF, si possono individuare bunker, e altre installazioni sotterranee. I vantaggi militari sono evidentissimi: Controllando lo spazio ed il clima si controlla il pianeta.

Non ci sono prove che HAARP sia stato utilizzato, per modificare il clima,tuttavia alcuni scienziati ,politici e giornalisti ipotizzano che i disastri naturali intensificatisi negli ultimi tempi siano da imputarsi al sistema HAARP. Due giornalisti tedeschi, Grazyna Fosar e Franz Bludorf,in un loro articolo, pubblicato sul numero 120 del bimestrale «Raum und Zeif», lanciato l’ipotesi che i cicloni e gli allivioni e perfino i terremoti possano essere legati all’uso militare di HAARP.

Eastlund uno degli artefici del programma H.A.A.R.P, deceduto nel 2007 dopo aver lavorato per parecchi anni per il Dipartimento della Difesa infatti schierandosi apertamente contro la sua creatura era divenuto un feroce oppositore delle applicazioni militari in campo ambientale

Secondo Eastlund,(che dovette essere ispirato dai precedenti studi di Nikola Tesla) dirigere la potenza di HAARP verso uno specifico punto della ionosfera la farebbe riscaldare al punto da innalzarla fisicamente, in modo da creare un rigonfiamento riflettente, definito “effetto lente”, in grado di convogliare i raggi sulla terra con effetti devastanti: la potenza di tali onde sarebbe tale da provocare modificazioni molecolari dell’atmosfera, causando – a seconda delle diverse frequenze :cambiamenti climatici, la disgregazione di processi mentali umani e la perdita di orientamento di taluni mammiferi (balene delfini) , ed, effetti sui movimenti tettonici

Eastlund, rivela anche che attraverso il riscaldamento locale della troposfera, per mezzo di un irraggiamento elettromagnetico HF emesso o da terra o da un satellite si possono provocare fortissime perturbazioni (uragani, cicloni).

E’ quello che sta accadendo?