I misteri delle società umane preistoriche e antiche

Piramide Bosniaca del Sole, Visoko, Bosnia-Herzegovina

omarDal nostro estimato amico ricercatore:

Sam Semir Osmanagich, Ph.D.

Membro Estero dell’Accademia Russa di Scienze Naturali

Professore di Antropologia presso l’American University in Bosnia-Herzegovina

www.samosmanagich.com

 

Traduzione di Cristina Lauria

Ottobre 2012

SOCIETA’ UMANE PREISTORICHE E ANTICHE

Quasi tutto quello che ci insegnano riguardo alla storia antica è sbagliato: le origini dell’Uomo, la storia delle civiltà e delle piramidi. L’ Homo sapiens sapiens non è il risultato dell’evoluzione e i biologi non troveranno mai un “anello mancante”, perché l’uomo intelligente è il prodotto di ingegneria genetica. I Sumeri non sono l’inizio dell’uomo civilizzato, ma piuttosto l’inizio del recente ciclo dell’umanità. E infine, le antiche piramidi, le più grandi e più antiche, furono create da costruttori progrediti che conoscevano energia, astronomia, geometria e l’arte di costruire meglio di noi.

Per comprendere gli antichi monumenti, abbiamo bisogno di vederli sotto tre aspetti: fisico, energetico e spirituale. I nostri strumenti scientifici semplicemente non sono adatti a spiegare lo scopo delle piramidi più antiche, per esempio. L’establishment degli scienziati, archeologi, storici e antropologi con il loro rigido approccio, sono spesso il principale ostacolo al progresso scientifico.

Il buco tra la scienza fisica e spirituale va colmato se vogliamo comprendere pienamente il passato.

Mille e duecento tonnellate di blocchi di pietra a Baalbeck (Libano) devono essere spiegati. Chi fu capace di modellare, spostare e installare blocchi di un peso che supera di quattro volte le nostre capacità del 21° secolo?

I monumenti megalitici di Yonaguni (Giappone) appartengono decisamente ad un’éra precedente dell’umanità. Sono la prova indiscutibile, sul fondo del Pacifico a 80 metri sotto il livello dell’oceano, che una cultura progredita viveva nell’area più di 12.000 anni fa, prima che enormi quantità di ghiaccio si sciogliessero e causassero un innalzamento dell’Oceano di 80 metri.

Machu Picchu (Perù) racconta la storia di quattro distinte civiltà e diversi stili di costruzione, dove lo stile più antico era il più evoluto! Contemporaneamente, tutti i libri di storia dicono che gli Incas fossero i costruttori dei loro “rifugi reali” nei tempi recenti. Nuove datazioni delle più antiche e maggiori piramidi Peruviane, Messicane, Cinesi ed Egizie ci porteranno indietro a molto prima della storia e dei dominatori conosciuti. Lo stesso vale per le “non-riconosciute” e/o non-scoperte piramidi delle Mauritius, Isole Canarie, Tahiti, Australia, Amazzonia, Creta, Sud Africa, Cambogia, Italia e Indonesia.

Le più antiche piramidi Cinesi ed Egizie sono molto più evolute di quelle costruite in seguito e che restano solo sterili imitazioni. Quelle antiche sono costruite con blocchi di granito, calcare e arenaria, le più recenti sono più piccole e costruite con mattoni di fango. Tracce di Esseri più progrediti sono ovunque intorno a noi. Ma contemporaneamente, la corrente principale degli scienziati tenta di adattare quei monumenti alle loro coordinate temporali, falsificandone la verità.

Duecento piramidi Cahokia (USA) mostrano la conoscenza dei costruttori che spostarono diversi milioni di tonnellate di materiali da costruzione e che conoscevano la differenza tra nord cosmico e nord magnetico.

Il mondo Maya (Centro America) è un esempio della conoscenza dell’Universo. Il nostro sistema Solare percorre la Via Lattea e quel ciclo di 26 mila anni (“calendario del lungo computo”) influenza tutta la Vita sul nostro Pianeta.

Gli Anasazi, antenati degli Indiani Pueblo (Sud degli USA), non avevano bisogno dell’alfabeto o di mezzi di comunicazione per riconoscere il pericolo proveniente da differenti dimensioni dal profondo dell’Universo.

bosnia1
Piramide Bosniaca del Sole, Visoko, Bosnia-Herzegovina

Finché starà nella scatola, l’establishment degli archeologi non potrà mai spiegare l’attrezzatura e la logistica necessarie a costruire le teste di pietra dell’Isola di Pasqua, i blocchi fatti a macchina del complesso di piramidi di Akapana in Bolivia o la funzione delle camere nelle piramidi di Giza.

Sfere di pietra nell’ovest del Messico, sud Costa Rica, Isola di Pasqua o venti luoghi nella remota Bosnia-Herzegovina, sono l’ovvia prova della comprensione e della manipolazione delle forme e dei campi energetici nel lontano passato.

Inoltre, la scoperta della Valle delle Piramidi Bosniache ci dice che non conosciamo il nostro Pianeta. Potremo andare sulla Luna, ma abbiamo ancora bisogno di esplorare la nostra Madre Terra. Ancora molti segreti aspettano di essere svelati e, grazie alla conoscenza antica, ci aiuteranno a raggiungere nuovamente il nostro equilibrio.