I Re del Petrolio

di Luciano Sampietro

Di questi tempi, complice il conflitto irakeno, il prezzo del petrolio continua vertiginosamente a salire, sfondando il tetto dei 41 dollari al barile.

L’economia mondiale ha subito un duro contraccolpo e le borse, già di per sé in crisi per vari fattori, hanno registrato rilevanti perdite.

Molti si chiedono come si evolverà la situazione e le previsioni che possono leggersi in Nostradamus non sono certo delle più rosee.

Già in precedenti articoli mi sono occupato della borsa e della sua crisi profonda, che subirà una forte accelerazione a causa delle varie congiunture internazionali e dei conflitti presenti e, purtroppo, futuri.

I signori del petrolio vengono chiamati dal Veggente roys tenporels, che andrebbe tradotto con “re temporali”, di nessun significato.

In realtà “tenporel” è anagramma di “en petrol” e allora i re temporali altro non sono che i signori del petrolio, uomini potenti e dotati di mezzi economici formidabili, in grado di comperare armi e tecnologia e perfino alleanze militari, come nel breve periodo, secondo le mie convinzioni, dovrebbe avvenire con la Russia.

Il prezzo del petrolio, dunque, dovrebbe continuare a salire, fino a provare pesantemente le economie dei paesi occidentali. Si pensi solo in mera ipotesi a cosa succederebbe se da un giorno all’altro il petrolio non venisse più fornito: sarebbe la paralisi economica e l’immobilità assoluta, una volta esaurite le scorte.

Emblematica in tal senso appare la sestina 30:

  • In breve il Medico del grande male,
  • e la Sanguisuga per rango ineguale,
  • daranno fuoco a quel ramo d’oliva.
  • Gran correre dall’una all’altra costa,
  • e con tal fuoco il loro imper si accosta,
  • forza dai franchi, ormai senza saliva.

Il “Medico del gran male” sarà nel prossimo futuro il personaggio che sarà il tragico catalizzatore delle tensioni e violenze nelle quali siamo oggi invischiati. Egli è vivente, è islamico ed è probabilmente medico (non voglio aggiungere altro…). La Sanguisuga, animale che per sopravvivere abbisogna del sangue altrui, ritengo si possa identificare con la Russia attuale, la cui situazione richiede continue iniezioni di capitali. I franchi sono le persone libere, cioè i popoli dell’occidente democratico, che per la penuria di petrolio si troveranno a un certo momento alla mercé dei roys tenporels.

Fatte queste precisazioni, il significato della sestina appare chiaro: vi sarà chi fomenterà continuamente guerre che finiranno con il bruciare la pace. Vi sarà una grande confusione nel mondo e la gente si troverà spesso su posizioni antitetiche e conflittuali (non solo in Italia!). Questa situazione, creata ad arte, avrà come effetto il sorgere di un nuovo impero, ricco di risorse e di energia, che si contrapporrà all’esausta democrazia occidentale, determinandone una lunga eclissi se non il tracollo.

Sarebbe il caso, anche se è molto, molto tardi, di pensare rapidamente a creare fonti di energia alternativa.