La Forza della Ragione

di Luciano Sampietro

La bella recensione di Renato Farina apparsa su “Libero” mi ha indotto ad acquistare l’ultima fatica di Oriana Fallaci “La forza della ragione”, scoprendo nell’autrice una grande capacità di analisi del presente per trarre conclusioni certamente non tranquillizzanti per il nostro futuro. Spesso, nell’assistere alla strisciante invasione dell’Europa da parte dell’Islam e al totale disinteresse dei governanti europei o, peggio, alla condivisione, comprensione e accoglienza riservate alle masse di immigrati, mi viene da paragonare il fenomeno a quello, del tutto analogo, che si registrò nell’Impero Romano: le popolazioni barbare cominciarono a infiltrarsi nei ricchi territori dell’Impero e a stanziarvisi; dapprima furono ributtate al di là dei confini, poi tollerate e infine accettate, tanto la terra era tanta, poteva essere coltivata e gli uomini avrebbero potuto prestare servizio militare. Troppo tardi i romani si accorsero che quelle popolazioni avevano ormai nelle loro mani l’impero stesso e l’immigrazione ingrossò fino a trasformarsi in un mare che ad ondate successive travolse la millenaria civiltà latina. Per comprendere quanto la Fallaci abbia ragione, basterebbe leggere le quartine delle Centurie di Nostradamus, alcune delle quali sono così volutamente chiare da non prestarsi a equivoci o diverse interpretazioni:

Quartina II, 29

  • L’orientale uscirà dalle sue sedi,
  • passerà gli Appennini, vedrà Francia,
  • valicherà il cielo, le acque e le nevi
  • e ciascun colpirà con la sua lancia.

Quartina II, 30

  • Un che gli dei di Annibale infernali,
  • farà rinascere, terror degli umani,
  • nulla di peggio sarà sui giornali,
  • di quel che farà Babele ai romani.

Quartina V, 55

  • Dalla felice d’Arabia contrada,
  • forte nascerà legge maomettana,
  • vesserà la Spagna ed avrà Granada
  • e poi per mare alla gente italiana.

Quartina V, 68

  • Nel Danubio e nel Reno verrà a bere
  • Il gran Cammello e non si pentirà,
  • Rodano e Loira ancor più a temere,
  • ma sulle Alpi il Gallo lo rovinerà.

Quartina I, 18

  • Per discordia e negligenza francese,
  • a Maometto sarà aperto il passo,
  • di sangue intrisi terra e mar senese,
  • porto Focen di vele e navi grasso.

Secondo Nostradamus l’intera Europa, senza risorse energetiche, finirebbe con il soccombere: sarebbe forse il caso di affrontare il fenomeno con l’energia e la determinazione che merita, altrimenti la Fallaci rischia di diventare la Cassandra del terzo millennio, lucida e inascoltata.