NEWS: Scoperta una stanza segreta nella piramide di Cheope

(c)ScanPyramids

La Fisica delle particelle continua la ricerca di stanze segrete

di Enrico Galimberti – Direttore Acam.it

Ci siamo spesso occupati delle più recenti indagini, ipotesi e scoperte inerenti l’eterno mistero della Grande Piramide di Giza, ancora attribuita dal mondo accademico al Faraone Cheope.

Articolo Precedente su Acam.it: NEWS: Piramide di Cheope rilevati misteriosi punti di calore

Una nuova entusiasmante notizia ci arriva dalla rivista scientifica «Nature» tramite comunicato del team di ricercatori del progetto internazionale ScanPyramids. Si tratta, secondo gli scienziati, di una cavità lunga almeno 30 metri posta al di sopra della Grande Galleria.

La tecnica di indagine

La tecnica di indagine utilizzata si chiama muografia e permette una sorta di radiografia dell’interno delle piramidi.

“I muoni furono scoperti da Carl David Anderson e dal suo studente Seth Neddermeyer nel 1936: mentre studiavano i raggi cosmici essi notarono che, nell’attraversare un campo magnetico, alcune particelle deviavano la propria traiettoria in maniera diversa dagli elettroni e da altre particelle note; in particolare, venivano deflesse con una curvatura minore rispetto agli elettroni, ma maggiore rispetto ai protoni. Si assunse che la carica di queste nuove particelle fosse identica a quella dell’elettrone e, per giustificarne la differente deflessione, si ritenne che avessero una massa intermedia (un valore compreso tra la massa del protone e dell’elettrone)”. (cit. Wikipedia)

I raggi cosmici sono la prima fonte di produzione dei Muoni che arrivano sulla Terra.

Gli archeologi guidati da Mehdi Tayoubi  dell’Hip Institute di Parigi e Kunihiro Morishima dell’università di Nagoya in Giappone, coordinatori del progetto ScanPyramids, spiegano che analizzando il percorso dei muoni, che si muovono diversamente a seconda che attraversino corpi di diversa densità, si può ipotizzare la presenza di una stanza segreta.

Si tratta, secondo gli scienziati, di una cavità lunga almeno 30 metri posta al di sopra della Grande Galleria