Il Passaggio epocale – La fine di Kaly Yuga e l’inizio della Nuova Era

(c) concesso dall’autore Giorgio Cerquetti per la sola pubblicazione su Acam.it

originale scritto Giovedì 30 Maggio 2013 nel blog personale

Kali Yuga - Iron AgeNel 1955, a Parigi,  lo storico Renè Alleau, amico di Pauwels e Bergier, pronunciò queste parole davanti all’Assemblea degli Ingegneri dell’Automobile: “Che cosa ci resta delle migliaia di manoscritti della grandiosa biblioteca di Alessandria fondata da Tolomeo Sotere, di quei documenti insostituibili e per sempre perduti della scienza antica?

Dove sono le ceneri delle duecentomila opere della biblioteca di Pergamo?

Che ne fu delle collezioni di Pisistrato ad Atene, della biblioteca del Tempio di Gerusalemme, e di quella del santuario di Phtah a Menfi?

Quali tesori contenevano le migliaia di libri che nel 213 avanti Cristo furono bruciati per fini politici dall’imperatore cinese Cheu-Hoang-Ti?

In queste condizioni noi ci troviamo nei confronti delle opere antiche come davanti alle rovine di un tempio immenso di cui restano soltanto poche pietre”.

La distruzione sistematica dei libri di conoscenza è andata avanti secolo dopo secolo, da una parte c’era la distruzione fisica dei testi antichi e dall’altra la minaccia violenta nei confronti di chi sosteneva conoscenze e teorie non approvate dal potere dominante.

In occidente sappiamo poco del passato, in India invece gli antichi testi, i Veda, parlano di antiche civiltà umane molto evolute che ci hanno preceduto, la storia si muoverebbe in cicli.

Noi siamo alla fine di un ciclo. Vi consiglio, se volete approfondire questo tema, la lettura del libro di Michael Cremo: LE ORIGINI SEGRETE DELLA RAZZA UMANA.

Da anni c’è nell’aria sentore di cambiamento, si parla, sempre più spesso, di un epoca nuova in arrivo. C’è chi, seguendo calcoli astrologici, l’ha chiamata Età dell’Acquario, in America l’hanno chiamata New Age che poi vuol dire Nuova Era.

La canzone Age of Aquarius, molto amata dai giovani degli anni sessanta diceva: “ Armonia, lealtà chiarezza, simpatia, luce e verità! Nessuno riuscirà a sopprimere la verità e a far tacere lo spirito. Grazie al sorgere dell’Era dell’Acquario il misticismo ci farà capire e l’uomo imparerà a pensare”.

Siccome sono termini liberi c’è di tutto e di più, molti hanno date diverse su questo inizio ma tutti concordano che il periodo è quello che stiamo vivendo proprio adesso.

Il sociologo post-industriale la chiama Third Wave, la terza ondata dell’umanità; il futurologo Hazel Handerson parla di Solar Age; il fisico teorico Fritjof Capra nei suoi libri descrive il passaggio epocale come un Turning Point, punto di svolta; John Naisbitt e Yoneji Masuda parlano di Information Age. Il teologo Pierre Teilhar de Chardin ha coniato per questo periodo storico effervescente il termine Noosfera, che descrive una cortina di coscienza cosmica estesa che circonda la Terra.

Lo scienziato d’avanguardia James Lovelock, già ricercatore della Nasa, che considera il pianeta un’entità vivente cosciente definisce questo periodo come l’Era di Gaia, l’antica divinità greca Dea della Terra.

Ultimamente fa notizia una data: il 2012. Secondo me non ci saranno cambiamenti bruschi e improvvisi, databili in un giorno o anno particolare, il vero cambiamento è già in corso ed è attuato dai più sensibili e lungimiranti.

Ad un certo punto, crescendo ilo numero delle persone, sarà visibilmente manifesto.

APOCALISSE

La fine dei “tempi” predetta dall’Apocalisse, che vuole dire rivelazione e non catastrofe, coinciderà con l’inizio di un Nuovo Tempo, un nuovo modo di vivere sul pianeta Terra.

Secondo i miei calcoli, confermati dall’antica filosofia indiana, adesso siamo in un momento cruciale a cavallo tra due Yuga, Kaly Yuga e la nuova Dvapara Yuga  (ascendente). Yuga in sanscrito vuol dire epoca. Già Sri Yukteswar, grande astronomo e maestro spirituale del famoso Paramahansa Yogananda parlò di questo passaggio nel suo libro la SCIENZA SACRA scritto su suggerimento del maestro MAHAVATAR BABAJI.

In India ci sono due opinioni discordanti, una, la più comune dice che Kaly Yuga durerà un totale 432000 anni, io seguo la linea che sostiene un altro calcolo ed afferma che l’era di Kaly, dopo millenni di scontri e sofferenze, sta finendo.

Quattrocentomila anni sono il frutto di un antico calcolo sbagliato e mai corretto. Yukteswar corresse l’errore, qualcuno calcolando erroneamente aveva aggiunto degli zeri in più.

Tra uno Yuga e l’altro c’è sempre un certo periodo di transizione, una mezza stagione in cui si trovano mescolate le varie caratteristiche dei due Yuga.

 

Nicholas Roerich nel suo libro il Cuore dell’Asia, scritto negli anni venti, parla di una data precisa ricevuta dai saggi orientali, il decennio tra il 1940 e il 1950.

“I nostri amici, vedantisti, hanno sottolineato che l’epoca di Shambhala, diversamente dalle epoche precedenti, che sono state caratterizzate da un’evoluzione graduale, sarà caratterizzata da un grande momento evolutivo.

Le tradizioni vediche dicono che quel tempo è preannunciato da energie nuove (soprattutto energie di Agni, energie del fuoco cosmico), che si avvicineranno alla Terra e creeranno molte nuove condizioni di vita. La data per il primo avvicinamento di queste energie è calcolata negli anni Quaranta del nostro secolo.

I brahmacharya dell’Ashram di Sri Ramakrishna e di Swami Vivekananda ci hanno confermato questa data nonché tutta la tradizione nel suo insieme. L’insegnamento di vita dei Mahatma himalayani parla proprio di questo.”

Il grande esploratore Roerich fece questi suoi viaggi in Asia nei decenni precedenti la Seconda Guerra Mondiale per cui la sua testimonianza è molto importante.

L’Apocalisse ha predetto un radicale cambiamento storico che sarebbe dovuto avvenire intorno alla fine del secondo millennio.

Grandi guerre e sciagure sarebbero state contemporanee di grandi risveglispirituali individuali e collettivi.

Nel libro dell’Apocalisse si parla di un grande scontro finale ad Armagheddon tra le forze del bene e le forze del male.

Questo scontro è avvenuto di fatto tra il 1940 e il 1945, la parola Armagheddon foneticamente assomiglia molto ad Alamogordo il luogo dove è esplosa la prima bomba atomica. Proprio la bomba atomica ha segnato in modo clamoroso la svolta con la superiorità delle democrazie occidentali verso l’asse nazifascista Roma-Berlino-Tokio che voleva sottomettere il mondo ad un dominio autoritario. Se avessero vinto loro questo ed altriarticoli non sarebbero mai usciti. Secondo il Mahabharata (pubblicato in italiano dalle Edizioni Om) Kaly Yuga inizia con una guerra totale combattuta anche con armi atomiche.

I 4 YUGA

Yuga

Il sistema solare nel suo continuo ruotare intorno al centro della galassia si muove attraverso quattro fasi simili alle stagioni stagioni (Yuga) che durano, ognuna, migliaia di anni.

Questo è l’elenco:

SATYA (verità ed eternità), è l’età dell’oro dove la maggior parte della popolazione ha sviluppato naturalmente i poteri (Siddhi) mentali e spirituali, è il cosiddetto Paradiso Terrestre,caratterizzato da Consapevolezza dell’eternità, conoscenza del corpo e della mente e felicità vera e pura.

TRETA (terza), in questa epoca spiritualità e tecnologia scientifica sono ancora perfettamente in armonia; si dà però più spazio ad arte e scienza e meno alla spiritualità pura. In questo Yuga e nei successivi la conoscenza viene mantenuta viva e intatta dai Maestri.

DVAPARA (seconda), in questa epoca spiritualità e tecnologia sono ancora evolute ma cominciano ad essere separate tra di loro.

KALY (nera), in questa epoca, da cui stiamo lentamente uscendo, regnano discordia ed ipocrisia, è la legge del tutti contro tutti. Scienza e spiritualità sono separate tra di loro  e spesso seguono obiettivi diversi.

Dal 1946 a circa il 2012 ed oltre c’è un periodo di progressiva transizione,usciamo dalle ombre di Kaly Yuga ed entriamo nella zona chiara di Dvapara. Ogni epoca dura migliaia di anni.

C’è chi fa notare che tra 2012 e 1946 ci sono 66 anni, questo numero unito al 6 del 1946 fa il mitico 666, interpretato in vario modo.

Negativamente dalle forze oscure di Kaly Yuga, dalle gerarchie politiche, religiose e finanziarie.

Dal primo anno, 1946, dopo la seconda guerra mondiale, la più crudele e sanguinosa della storia umana, l’umanità ha girato faticosamente pagina e c’è stato un grande balzo in avanti della scienza e della tecnologia: televisione, telefoni, computer, nanotecnologia e viaggi spaziali.

In questo istante la scienza è già più avanti di quanto si sa comunemente.In questi anni siamo nella fase di Dvapara Yuga ascendente, la tecnologia sarà sempre più sviluppata, anno dopo anno.

I più sensibili di ogni era sono già in quella successiva, per cui nella nascente Dvapara Yuga inizierà, grazie ad alcuni gruppi, un lento avvicinamento tra scienza e spiritualità.

5000 anni fa, dice il Bhagavata Purana, all’inizio di Kaly Yuga un gruppodi maestri spirituali, in India, decise di mantenere intatta la vera conoscenza eterna, il Sanatana Dharma, fino alla fine dell’Età Nera.Dice lo Srimad Bhagavatam scritto migliaia di anni fa: “Senza farsi notarei maestri Maharishi e altri grandi Siddha si stanno muovendo da secoli di loro propria iniziativa sulla faccia della Terra allo scopo di offrire l’illuminazione a coloro che si sono persi nelle cose materiali.”

Shankaracarya apparso nell’ottavo secolo dopo Cristo scrisse nel suo Viveka Cudamani: “Quei grandi che hanno raggiunto la pace e hanno finito di nuotare nello spaventoso oceano delle nascite e delle morti, esistono e agiscono per il bene della gente come fa la primavera.

Altruisticamente liberano l’umanità.”

La Società Teosofica, per prima in occidente, parlò, all’inizio del 1900, del piano di risveglio spirituale voluto dagli Antichi Maestri.

La Grande Conoscenza non è mai morta

Oggi è arrivato il momento della grande divulgazione positiva.

Il messaggio spirituale positivo è molto semplice: “ALLARGARE L’AREA DELLA COSCIENZA.”

Una donna, Elizabeth Delvine King, scrisse già nel 1918: “Il cambiamento è in arrivo, la chiamata del Cuore Cosmico sta vibrando in tutta la Terra, la Nuova Era è già qui adesso. Queste alte vibrazioni spirituali stanno rinfrescandoil pianeta e tutte le entità viventi”.

Altre tre donne. Helena Blavatsky, Annie Besant e Alice Bailey, considerate da alcuni le madrine, in occidente, della Nuova Era con i loro scritti piantarono dei semi spirituali i cui frutti spuntarono solo alcuni decenni più tardi.

Ognuno di noi può fare, bene, la sua parte. Abbiamo il sostegno, l’amore e la buona energia degli Antichi Maestri e degli Spiriti Liberi. Abbiamo dalla nostra il progressivo abbattimento di barriere e distanze, fisiche e mentali.

Possiamo comunicare immediatamente a grandi distanze. Ci sono mezzi di comunicazione così perfezionati da sembrare fantascienza, su questi velocissimi mezzi possiamo far vibrare la vera conoscenza, l’amore eterno incondizionato e la voglia di condividere generosamente le ricchezze materiali e spirituali.

IL CAMBIAMENTO E’ IN CORSO… PARTE-cipiamo!

Non attendere il 2012 o qualcuno che ti dica: ‘…è iniziata la Nuova Era!’

Tu con entusiasmo mettiti in movimento, agisci ora, le trasformazioni positive sono fatte da persone consapevoli, io tu e ogni altro.

Diceva il Mahatma Gandhi: “ Devi essere tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”.

Come si comincia? AMA LA VITA, CREDI IN TE STESSO E IRRADIA AMORE!