ESCLUSIVO Stonehenge: una nuova scoperta distrugge vecchie teorie

ca. 2800-1500 B.C., Wiltshire, England, UK --- Stonehenge at Night --- Image by © M. Dillon/CORBIS

superhenge_foundNEWS!!!
7 settembre 2015

leggi SUPERHENGE: Scoperta vicino a Stonehenge una più antica ed estesa area megalitica

Non popoli nomadi ma popolazioni stabili. Prima della pietra vi fu altro. Stonehenge un punto di ritrovo e crocevia.

(c) by  Macrina Cooper-White Fonte originale Huffington Post>>

Liberamente adattato dall’inglese da Enrico Galimberti

ca. 2800-1500 B.C., Wiltshire, England, UK --- Stonehenge at Night --- Image by © M. Dillon/CORBIS
ca. 2800-1500 B.C., Wiltshire, England, UK — Stonehenge at Night — Image by © M. Dillon/CORBIS

Da chi l’ha costruita agli scopi per cui veniva utilizzata. Da sempre Stonehenge è circondata da misteri senza tempo, ma ora i ricercatori della University of Buckingham in Inghilterra dicono di averne risolto uno.

David Jacques, un ricercatore di archeologia presso l’università, ha affermato in una dichiarazione scritta:
“Per anni le persone hanno chiesto il motivo per cui Stonehenge si trovi in quel preciso luogo. Ora, finalmente, abbiamo trovato risposta”

Lo scorso ottobre, Jacques ha condotto uno scavo archeologico in un sito a 1,5 miglia da Stonehenge. Il suo team ha portato alla luce strumenti di selce e ossa di uri, animali simili alla vacca ormai estinti e che erano una fonte di cibo per la gente del nord Europa antica.
La datazione al Carbonio di queste ossa ha dimostrato che la moderna Amesbury, un’area che comprende il sito degli scavi e Stonehenge stessa, è stata occupata ininterrottamente dal 8820 a.C.
Amesbury è ora da considerare la più antica area in Gran Bretagna occupata in modo continuativo.

La scoperta suggerisce che Stonehenge sia stata costruita dai britannici indigeni che vissero nella zona per migliaia di anni. Teorie precedenti sostenevano che il monumento fosse stato costruito in una terra desolata da popoli migranti dall’Europa continentale.

“Il sito rimescola le carte della rivoluzione neolitica sotto vari aspetti”, ha detto Jacques nella dichiarazione, riferendosi al presupposto che questi nomadi avessero guidato la transizione della Gran Bretagna da un cacciatore-raccoglitore ad una società agricola nel 6 ° secolo a.C.
“E fornisce la prova per le persone fossero stanziate in modo fisso, avessero disbocato l’area, avessero costruito e adorato dei monumenti”.

I ricercatori affermano che le prove suggeriscono che prima di erigere Stonehenge, le persone che vivevano nella zona avessero eretto gigantesche travi tra il 8820 e il 6590 a.C.: una sorta di precursore in legno del successivo monumento di pietra.
Jacques considera l’aera come unluogo dove i visitatori da tutto il mondo venivano a banchettare e visitare il sito di culto.

“La zona era chiaramente un punto di snodo per le persone che venivano da molto lontano, e per molti versi è stato un precursore di quello che più tardi sarebbe diventata Stonehenge stessa”.

TUTTI GLI ARTICOLI DI APPROFONDIMENTO SU STONEHENGE>>

VIDEO (ENG)