Un’impronta di 500 milioni di anni?

di Mattera Antonio

La più antica impronta fossile fu trovata nel giugno 1968 da William J. Meister, un collezionista di fossili. Quest’impronta è stata stimata antica di circa 300-600 milioni di anni.

Un sandalo che schiaccia un trilobite: è questa la prova che ci sono state precedenti civiltà sulla terra, o visitatori da altri mondi?

Meister fece questa non comune scoperta durante una spedizione di ricerca di rocce e fossili ad Antilope Spring, 43 miglia ad ovest di Delta, Utah.

Egli era accompagnato dalla moglie e da due figlie.La comitiva aveva già scoperto molti piccoli fossili di trilobiti quando Meister spaccò una lastra di roccia spessa più di due pollici con il suo martello e scoprì l’eccezionale impronta.

“la roccia si aprì come un libro “ Meister ebbe modo poi di dire “ su di un lato dell’impronta di un uomo”.

I trilobiti erano piccoli animali invertebrati marini, antenati dei granchi e dei gamberetti, che fiorirono per circa 320 milioni di anni prima di incominciare ad estinguersi 280 milioni di anni fa. Si pensa che l’essere umano sia comparso tra 1 e 2 milioni di anni fa e che abbia incominciato ad indossare scarpe e sandali da solo qualche migliaio di anni.

Il sandalo che schiacciò il trilobite era lungo 10,5 pollici: il calcagno è leggermente impresso più della suola, come un’impronta di scarpe umane deve essere. Meister prestò la roccia a Melvin Cook, un professore di metallurgia dell’Università dello Utah, il quale lo avvisò che si sarebbe fatto carico di mostrare il manufatto ai suoi colleghi geologi.

L’impossibilità di trovare geologi disposti ad esaminare l’ingombrante impronta, costrinse Meister a pubblicare la notizia su un giornale locale,il “The desert news”. In non molto tempo la notizia divenne di diffusione nazionale.

Il 20 luglio 1968, il sito di Antilope Spring, fu esaminato da prof Clifford Burdick, un geologo di Tucson, Arizona. Egli ben presto trovò il segno di un piede di bambino impresso in un letto di roccia.

Burdick disse:” Il segno era di circa 6 pollici in lunghezza, con le dita estese, come se il ragazzo non avesse mai calzato scarpe, le quali, al contrario, comprimono generalmente le dita. Queste invece non appaiono essere molto inarcate, e il dito grande non è prominente”

Il dottor Burdick stabilì:” Su una sezione trasversale la struttura della roccia sporge su strati fini e piani. Dove le dita pressarono nel materiale morbido, gli strati sono schiacciati verso il basso dall’orizzontale, indicando un peso che ha pressato nel fango..”

Nell’agosto del 1968 Mr. Dean Bitter, un insegnante di salt Lake city, dichiarò di aver scoperto altre due impronte di scarpe o sandali ad Antilope Spring. Secondo il prof Cook, nessun trilobite era presente in quest’impronta, ma un piccolo trilobite fu scoperto vicino alla stessa roccia, indicando che la piccola creatura marina e il viandante che girovagava con sandali ai piedi erano contemporanei.